Costo porta blindata

Porta blindataLa valutazione del costo di una porta blindata è uno degli aspetti a cui è necessario prestare attenzione in vista di un acquisto. Poiché dal funzionamento e dalle prestazioni di tale infisso dipende la sicurezza del luogo in cui si vive, è evidente che puntare tutto sul risparmio non è necessariamente la soluzione più conveniente: una spesa contenuta, infatti, potrebbe essere sinonimo di scarsa qualità e quindi di tecnologie non all’altezza o semplicemente di materiali poco affidabili, destinati a usurarsi nel giro di breve tempo.

Non bisogna mai dimenticare che l’acquisto di una porta blindata è un investimento per la propria serenità e per quella della propria famiglia: se è vero che la tecnologia si evolve e si aggiorna con il passare degli anni, è altrettanto vero che ciò vale anche per gli strumenti a disposizione di ladri e malintenzionati. Insomma, sarebbe davvero un’idea poco opportuna quella di acquistare una porta blindata non troppo recente solo perché è a basso costo.

Quali variabili incidono sul costo porta blindata?

I motivi per i quali vale la pena di scegliere una porta blindata caratterizzata da alti standard di qualità sono molteplici. Il fattore sicurezza è già stato menzionato, ma è bene non trascurare il fatto che gli infissi incidono in misura significativa sulla resa estetica dei contesti in cui vengono collocati. Ovviamente tale discorso non vale solo per le abitazioni private, ma anche per tutte le altre location in cui ci può essere bisogno di una porta blindata: una gioielleria o un albergo, per esempio, oppure un ristorante, una boutique, uno studio dentistico, ecc.

I fattori principali che determinano il prezzo delle porte blindate sono:

  • la classe di resistenza alle effrazioni
  • le prestazioni che esse sono in grado di garantire

Le performance, a loro volta, possono essere valutate da diversi punti di vista: per esempio la tenuta alle intemperie e in generale ai fenomeni atmosferici avversi, ma anche l’isolamento termico e l’isolamento acustico.

Anche in questo caso, è bene tenere a mente che spendendo un po’ di più all’inizio si spenderà in meno di seguito: una porta blindata che assicura un isolamento termico ottimale, infatti, ha un costo ‘ più elevato rispetto alle concorrenti, ma nel corso del tempo è destinata a ripagare la spesa sostenuta contribuendo al risparmio energetico che deriva dalla ridotta dispersione di calore.

La classe di resistenza alle effrazioni

Come si è detto, uno degli aspetti che possono incidere sul costo porta blindata è la classe di resistenza alle effrazioni che le viene attribuita. Gli infissi sono classificati, infatti, in sei differenti classi europee, in base alle prestazioni di resistenza:

  • classe 1: caratterizza le porte in grado di resistere agli scassinatori occasionali che utilizzano solo la forza fisica per sfondare la porta;
  • classe 2: caratterizza le porte in grado di resistere a strumenti semplici, come cacciaviti, tenaglie, ecc.;
  • classe 3: caratterizza le porte in grado di resistere all’utilizzo di strumenti più sofisticati (come il piede di porco) e  a scassinatori che possiedono una buona conoscenza dei sistemi di sicurezza;
  • classe 4: caratterizza le porte che resistono all’assalto di scassinatori esperti che utilizzano attrezzi evoluti (come il trapano portatile a batteria);
  • classe 5: caratterizza le porte che, oltre a resistere agli utensili sopra elencati, si oppone anche a tool elettrici più sofisticati, come le seghe a sciabola;
  • classe 6: è la classe anti-effrazione con il tasso di resistenza più elevato che contrasta in maniera efficace l’azione di scassinatori senza scrupoli che si servono di strumenti ad alta potenza.

Per una casa privata non c’è bisogno di una porta blindata di classe 6, a meno che l’abitazione non si trovi in una zona particolarmente  isolata o caratterizzata da un alto livello di criminalità; una porta di classe 3 o di classe 4, invece, è più che sufficiente per garantire i risultati auspicati.

Escludendo le porte blindate di classe 1, quelle di classe 2 vanno bene per gli appartamenti in condominio, quelle di classe 3, che risultano essere le più diffuse, sono raccomandate per gli appartamenti signorili con beni di lusso, quelle di classe 4 sono suggerite per le case unifamiliari e le villette e quelle di classe 5 e di classe 6 sono ideali per  gioiellerie e banche, ma anche per gli edifici militari e gli impianti nucleari.

Appare evidente che, con l’aumentare della classe di resistenza, il costo porta blindata è destinato a crescere: ecco perché è opportuno valutare attentamente le proprie esigenze, in modo tale che si eviti di spendere più del dovuto da un lato e che non si scelga una porta poco performante dall’altro.

L’isolamento acustico

Un altro degli aspetti che incidono – e non poco – sul costo porta blindata è la sua capacità di garantire l’isolamento dal rumore: si tratta, in sostanza, dell’acustica, che viene misurata in decibel e che consiste nella capacità di evitare che il rumore passi attraverso la porta.

Il cosiddetto potere fonoisolante è tanto più elevato quanto più alto è il valore in decibel: ipotizzando, per esempio, di ricorrere a una porta blindata il cui isolamento acustico è pari a 40 decibel, a fronte di un rumore pari a 90 decibel, quale è quello che viene prodotto da un traffico molto intenso, la sensazione di disturbo viene abbassata a 50 decibel.

La capacità di isolare acusticamente gli ambienti è, ovviamente, molto importante per coloro che vivono in centro città o comunque in contesti che potrebbero essere esposti a costanti o forti rumori (per esempio nei pressi dei binari ferroviari o di una metropolitana).

Le altre variabili che influiscono sul costo porta blindata

Per capire quanto si potrebbe spendere per l’acquisto di una porta blindata c’è da tenere conto anche del numero di ante: in linea di massima l’anta unica assicura una spesa più bassa, a parità di tipologia, rispetto a una porta con due ante. A proposito della tipologia, un conto è comprare una porta per esterni e un conto è, invece, orientarsi su una porta che non sarà mai all’aria aperta e che quindi non dovrà entrare in contatto con la pioggia, con la neve, con la polvere, e così via. Le porte per esterni in genere costano un po’ di più, dal momento che devono essere progettate e realizzate per offrire un isolamento termico superiore.

Ancora, vale la pena di pensare alle dimensioni: è chiaro che, se si vuol fare a meno di misure standard per puntare su una soluzione personalizzata, il prezzo non può che salire. Le dimensioni standard di una porta con un’anta, in genere, sono comprese tra gli 80 e i 90 centimetri per la larghezza e tra i 200 e i 210 centimetri per l’altezza. Nel caso in cui si abbia bisogno di una porta blindata su misura, il costo può aumentare del 20 o 30%.

Ancora, la scelta degli accessori esterni e dei pannelli può influire sulla cifra finale che dovrà essere sborsata. Per chi vive in un palazzo, non si può fare a meno di considerare i vincoli estetici che sono previsti a livello condominiale: le finiture e i decori non possono essere troppo diversi da quelli originali.

Per quel che riguarda gli accessori supplementari, in commercio si può trovare un ampio e variegato assortimento di proposte in grado di assecondare qualsiasi tipo di richiesta e di soddisfare le esigenze più diverse: si pensi, per esempio, agli spioncini digitali, che sono consigliati in modo particolare in presenza di persone anziane o di disabili che, grazie a essi, possono sapere chi suona alla porta senza essere costrette ad aprire.

La posa in opera

Al di là del prezzo di acquisto di una porta blindata, nel calcolo del costo complessivo si deve tenere conto anche della spesa che si deve sostenere per la posa in opera, la quale – ovviamente – non può che essere affidata a un tecnico professionista. Si tratta di un servizio indispensabile che incide sulla resa finale della porta; infatti, se venisse eseguita in modo non appropriato, la posa in opera potrebbe compromettere le prestazioni dell’infisso.

Variabili come il risparmio energetico, la funzionalità, il comfort e la sicurezza sono tutte condizionate dalla corretta installazione della porta blindata. Ecco perché è essenziale fare riferimento allo staff di una ditta specializzata.

Vietato risparmiare più del dovuto

In sintesi, se è vero che è sempre utile mettersi in cerca di un’offerta conveniente, è altrettanto vero che cercare a tutti i costi l’affare della vita rischia di essere  controproducente. Proteggere se stessi, i propri cari e il proprio patrimonio richiede un investimento importante, anche perché in teoria una porta blindata è destinata a durare molto a lungo  e a mantenere inalterate le proprie caratteristiche e le proprie performance.

La ricerca del risparmio non deve mai andare a discapito dell’efficacia e dell’efficienza: che senso avrebbe spendere poco per una porta che nel giro di pochi anni inizia già a mostrare i primi segni di usura? Ciò non toglie, comunque, che sia sempre consigliabile paragonare preventivi diversi al fine di avere un quadro più chiaro delle delle opportunità offerte dal mercato.