Porte blindate usate

Le porte blindate usate permettono di risparmiare senza rinunciare alla sicurezza. Ma la scelta non deve essere avventata: per non commettere errori è bene verificare la qualità delle diverse componenti.

Prezzi competitivi ma attenzione ai rischi

Di fronte all’offerta di una porta blindata usata c’è il rischio di lasciarsi convincere dal prezzo ridotto rispetto a un modello nuovo e finire con l’acquistare un prodotto che non garantisce un’adeguata protezione alla propria casa. Sulla carta il risparmio può essere notevole, arrivando spesso a superare il 50% dei prezzi delle porte di nuova installazione, ma il prezzo non è l’unico elemento da considerare. Prima di acquistare una porta blindata usata, infatti, è essenziale controllare il grado di protezione offerto dalla porta e la qualità delle sue diverse componenti. Un livello di qualità non adeguato al tipo di abitazione rende di fatto l’acquisto inutile.

I controlli da fare prima di acquistare una porta blindata usata

I primi controlli da fare sono quelli relativi alla classe di sicurezza a cui appartiene la porta e alle certificazioni rilasciate dal produttore. Avere una classe di sicurezza in linea con il tipo di abitazione o di locale commerciale è fondamentale per non mettere a rischio la propria casa o i propri beni. Per chi vive in condominio può andare bene una porta blindata di classe 2 o 3, mentre per chi vive in una villetta o in una casa isolata sono maggiormente indicate le porte di categoria 4 o 5. Le certificazioni antieffrazione assicurano il grado di resistenza della porta ai tentativi di scasso o sfondamento realizzati con diversi attrezzi e materiali. Controllare singolarmente le certificazioni e verificare a quali test è stata sottoposta la porta è molto importante per capire che tipo di protezione offre.

Sostituire la serratura per aumentare la sicurezza

Se la classe di sicurezza e le certificazioni sono adeguate alle proprie necessità si può considerare l’acquisto della porta blindata usata. Nel caso in cui si tratti di un modello che ha qualche anno, si può aumentare la sicurezza della porta sostituendo la vecchia serratura con un sistema più recente che offre maggiori protezioni dai tentativi di effrazione. La sostituzione della serratura è indicata in particolare in presenza di un sistema a doppia mappa, ormai troppo vulnerabile. Il passaggio a un sistema a cilindro europeo è veloce e piuttosto economico e protegge maggiormente la casa. Poter contare su un cilindro dotato anche di certificazione antibumping aumenta ancora di più il grado di sicurezza dell’abitazione. Si può anche pensare di combinare una serratura a doppia mappa con una serratura a cilindro europeo. Se si hanno esigenze di sicurezza particolari, si può affiancare a questi sistemi meccanici una serratura digitale. Anche aggiungere un defender antitrapano o antishock è una soluzione semplice ed efficace per ridurre il rischio di effrazione.

Personalizzare la porta sostituendo i pannelli

Una porta blindata usata può presentare dei graffi, delle ammaccature oppure un design un po’ datato. Questo non significa dover rinunciare all’acquisto: il focus deve essere sempre sulla sua capacità di offrire protezione. I pannelli esterni, danneggiati o vecchi, possono essere facilmente sostituiti. Sostituire i pannelli è anche un modo per personalizzare la porta e renderla più coerente e armoniosa con il resto della casa. Una volta scelti i nuovi pannelli, del materiale e del colore che si preferisce, quelli vecchi vengono sfilati dal corpo centrale della porta e sostituiti con quelli nuovi, che vengono fatti scorrere lungo le guide e fissati alla struttura. A seconda dei casi, si può decidere di sostituire solo un pannello o entrambi.